Overblog Follow this blog
Edit post Administration Create my blog
alcibocommestibile

alcibocommestibile

Ricette gustose per una tavola più buona

Ricette d’inverno: la cioccolata calda

Benvenuto inverno se: a) amate accendere il caminetto e fare gite in montagna; b)non vedete l’ora di tirare fuori i maglioni e i guanti; c) amate la cioccolata calda. L’insolita estate caldissima come non mai e un ancora più strano autunno dalle temperature che più che miti o dolci sono state davvero alte, ci hanno fatto desiderare l’arrivo del primo freddo che anticipa di qualche settimana il Natale e dà il primo accenno dell’inverno.

Adesso cominciamo a celebrare la stagione fredda con tutte le cerimonie dovute. Innanzitutto dedichiamoci alla cioccolata calda, una abitudine forse affermata ma davvero piacevolissima se siamo costretti a restare in casa interi pomeriggi, se riceviamo inattese visite o se siamo soli con il gatto. Ma anche se stiamo girando per una nuova città o un nuovo borgo, la cosa migliore è sempre rifocillarsi in attesa della cena con una buona cioccolata calda.

Andando alla ricerca di quali siano i segreti di un’ottima cioccolata, abbiamo scoperto che non si può assolutamente prescindere dal cacao in polvere ma anche da latte e cioccolata fondente in barrette. La cioccolata in barrette andrà fatta sciogliere a bagno maria, poi mescolata con il latte e il cacao, per ottenere un composto denso e corposo, a prova di cucchiaio. Non può mancare lo zucchero, perché stiamo facendo una cioccolata calda con cacao amaro e cioccolata fondente! Altro segreto è l’aggiunta di amido di mais, meglio della farina, che andrà mescolata proprio con il latte e il cacao amaro all’inizio della preparazione. Quando il latte raggiunge il punto di ebollizione aggiungere il cioccolato fuso. Infine, importante è girare energicamente per scongiurare la formazione dei grumi.

A questo punto potete servirla, sbizzarrendo la vostra fantasia e le combinazioni più varie. Si può pensare all’arancia, per esempio delle scorze o dei canditi, o anche delle scorze candite. Tra le spezie, che impreziosiscono da sempre questa bevanda, ricordiamo, per le possibili variazioni del tema, la cannella, da aggiungere alla fine, in dosi molto contenute per via del suo aroma molto deciso, ma anche lo zenzero. Ancora, se proprio vogliamo riscaldarci, aggiungiamo del brandy o del cognac, per rendere unico e energico questo nostro momento di raccoglimento, che diventa un rito sacro, come tutti i riti dell’inverno petchè “propiziatori” in attesa della primavera.

La bevanda conosciuta presso i Maya come “Xocoatl” (fondamentalmente acqua e cacao, che però veniva tostato insieme ai fagioli) e poi presso gli Aztechi, dove era chiamata “chocolatl” (bevuto come infuso con l’aggiunta di spezie e di vaniglia), conquistò, in questa seconda ricetta, i reali spagnoli. Si narra che Carlo V avesse una ricetta segreta che non divulgava a nessuno ma ne faceva dono ai propri familiari in occasione delle nozze.

Ricette d’inverno: la cioccolata calda
Ricette d’inverno: la cioccolata calda

Share this post

Repost 0